Lampade da tavolo

Luci e ombre sul piano di lavoro

Quando svolgiamo un'attività professionale o di studio che ci impone di stare parecchio tempo su libri e pc, a leggere, scrivere o disegnare è bene valutare con attenzione la necessità di illuminazione per una resa perfetta. In un ambiente chiuso è essenziale una illuminazione ottimale per ottenere il massimo del rendimento. La luce, infatti, mantiene vigili e ci consente di non affaticare la vista aumentando la qualità del nostro lavoro. Ecco perchè è importante scegliere accuratamente la nostra lampada da tavolo.

Le lampada da tavolo si dimostrano, sempre più, strumenti utili a questo scopo, consentendo di illuminare la nostra postazione di studio, lavoro o svago con una luce omogenea, che non abbagli.

Lampade da tavolo

Lampade da tavolo

Almeno 3, dunque, le esigenze che si presentano: risparmio energetico, illuminazione omogenea e adattabilità all'ambiente circostante quale pezzo di arredamento. Se vi è l'esigenza di ridurre al massimo i consumi è consigliabile optare per le luci a led che tendono a garantire la massima luminosità con consumi ridotti.

Per indirizzare al meglio la nostra scelta, occorre poi fare attenzione a non creare disparità di illuminazione nei diversi punti del piano di lavoro: in questi casi, una soluzione ottimale è data dalle lampade da tavolo a sbalzo. Queste, infatti, si caratterizzano per una zona illuminante in sospensione mediante un braccio con un solo punto di appoggio sul piano di lavoro, che riesce a illuminare una vasta aerea in maniera omogenea.

Nell'optare per una lampada da tavolo anziché per un'altra, occorre infine guardare al design dell'ambiente circostante: è possibile, infatti, scegliere tra le classiche lampade da tavolo con piede, stelo e cupola, oppure valutare l'inserimento di elementi dal design più particolare, come soluzioni a braccio oppure a sbalzo sul piano a seconda del tipo di arredamento della stanza.

Ultimo elemento essenziale di cui tener conto è lo spazio occupato dalla lampada da tavolo: quando sul piano di lavoro occorre parecchio spazio oppure si tende a prediligere uno stile minimale, bisogna optare per lampade che abbiano una base d'appoggio, poco voluminosa, facile da inserire vicino ad un pc, ed un braccio orientabile così da poterlo direzionare su tutti i punti del piano di lavoro, illuminando in modo omogeneo tutta l'area.

Il crescente sviluppo della tecnica, oggi, ci consente, di scoprire innumerevoli tipi di lampade da scrivania, in grado di adattarsi al meglio alle nostre esigenze. Lampade da scrivania moderne e minimaliste che si caratterizzano per un unico piede oppure lampade dal design più classico con base, gambo e cupola diffusore. I materiali sono i più svariati acciaio, alluminio, plastiche sia trasparenti che opache, vetri neutri o colorati legni, o, ancora combinazioni di diversi materiali.

Torna su